Il prezzo minimo al capolinea?

Il piano del governo scozzese per mettere il prezzo minimo incontra un altro ostacolo dopo la sentenza della Corte Europea di Giustizia su una misura simile varata dall’Irlanda, Francia e Austria sulle sigarette.

La corte, ha determinato che queste restrizioni sul tabacco violano la liberta’ dei produttori e importatori di determinare il prezzo massimo di vendita al dettaglio e quindi sarabbe un danno per la libera concorrenza.

Gli oppositori alla legge sul prezzo minimo , tra cui la Scotch Whisky Association, dicono che ci sono molte analogie con la legge scozzese e che quindi il governo si deve rassegnare a ritirare la legge.

Nel frattempo Whyte and Mackay dice che la norma potrebbe costare almeno trecento posti di lavoro e la chiusura dell’impianto di imbottigliamento a Grangemouth.

Comunque il governo scozzese qualora la corte europea desse parere contrario si consoli pensando che a noi volevano togliere delle prelibatezze come il lardo di colonnata…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »