In questi 10 anni abbiamo tirato la carretta

La SWA rende noti i dati ufficiali del 2009 che per l’industria dello Scotch Whisky sono positivi.
Le esportazioni di Scotch sono cresciute del 3% in valore toccando i 3.13 miliardi di sterline. I volumi sono cresciuti del 4% raggiungendo 1.1 milioni di bottiglie da 70cl.

Dando uno sguardo ad alcuni mercati, in Francia e USA le vendite sono salite del 13% mentre in nuovi mercati come Brasile e Sud Africa sono cresciute rispettivamente del 44% e del 7%.

Le esportazioni, in valore, di Scotch whisky sono cresciute di 977milioni di sterline negli ultimi 10 anni con un incremento del 45% mentre i volumi sono cresciuti del 13 % (piu’ di 198 milioni di litri) dal 2000.

Paul Walsh, di SWA e’ ovviamente soddisfatto e dichiara “Le distillerie di Scotch Whisky hanno fatto risutati record non ostante la pessima situazione economica. E’ un risultato incredibile che sottolinea come il prodotto sia importante per l’economia del Regno Unito”.

Ovviamente il signor Walsh non si lascia scappare l’occasione di ricordare che i recenti innalzamenti delle tasse sono un ostacolo allo sviluppo supportato dall’altro capoccia della SWA Gavin Hewitt “In quanto leader nelle esportazioni tutte le parti politiche dovrebbero riconoscere supporto alla nostra industria, sia in patria che all’estero”.

C’e’ comunqeda aggiungere che le esportazioni sicuramente sono state favorite dalla debolezza della sterlina.
In ogni caso possiamo tranquillamente dire che i discorsi della (Conf)Industria sono uguali un po’ ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »