Ma riaprire (qualcuna di) quelle chiuse no?

Diageo sta pensando di costruire una nuova distilleria, a fronte della forte domanda (+5% nell’ultimo anno).
Recentemente l’azienda ha speso 40 milioni di sterline per Roseisle che produce 10 milioni di litri all’anno per i blended.

Stiamo sicuramente parlando di distillerie da grandi numeri, magari con distillazione in continuo, che possono quindi produrre anche altri distillati “bianchi”, però magari riaprire, ad esempio, Rosebank non se ne parla?
Poi, a pensar male, questa notizia potrebbe essere messa in giro per calmare le acque, visto le recenti chiusure e licenziamenti in Scozia.
Vivendo in Italia si sviluppano questi pensieri dietrologici…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »