Conosco una scorciatoia Dufftown-Delhi

La polizia indiana ha arestato una banda di falisificatori che spacciavano whisky indiano per Glenfiddich, Chivas Regal e Johnnie Walker Black Label.
La banda, composta da sei persone, miscelava whisky scadenti, come il Bagpiper, che per la sua qualità non eccelsa viene chiamato Punjabi rocket fuel (carburante per missili, il Punjab è una regione dell’India e del Pakistan) e viene venduto anche dentro il cartone.

La truffa aveva fruttava circa 60.000 sterline al mese. Alcuni esperti dicono che questo è un segnale del fatto che il marchio vince sulla qualità dato che molti compratori non sanno distinguere un blend di scarsa qualità da uno più pregiato.
Raghuraj Kanodia della India Scotch Malt Whisky Society sostiene che solo un consumatore di whisky indiano su 25 saprebbe distinguere un blend di scarsa qualità da uno più pregiato considerato poi che molto del whisky indiano si ottiene distillando melassa, come si fa per alcuni rum.
L’India è la nazione col maggior consumo di “whisky” (incluso quello derivante dalla melassa) e il single malt rappresenta meno del 1% del mercato.

Per San Valentino non poteva mancare una notizia alla melassa.
Commenta qui o sul forum Singlemaltwhisky.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »