Dovrebbe entrare in politica

Sfruttando le regole entrate in vigore nel 2009, la SWA aveva intimato alla Reynald & Sons Ltd, diretta da tale Reynald Grattagliano aka Reynald Katz (nomen omen? Diamine, se ti fai cambiare il cognome puoi sceglere anche di meglio…), di ritirare alcuni riferimenti a una bevanda che poteva essere confusa della denominazione con vero scotch whisky.

Il prodotto in questione era un mix di whisky scozzese ma anche di alcool non invecchiato e altri aromi e soprattutto era impottigliato a Panama.
Sotto la pressione della SWA che li aveva citato in giudizio, la società diretta dal nostro Reynald si è giustificata dicendo che c’e’ stato un malinteso in quanto il loro sito, che pubblicizza vero scotch (!) faceva riferimento con dei link alla brodaglia panamense messi li per fare un favore a un amico in modo gratuito e che quindi rimuoveranno questi riferimenti.
Insomma, se qualcuno aveva qualche dubbio, in questo signore scorre sicuramente sangue italiano.
Commenta qui o sul forum Singlemaltwhisky.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »