Correva l'anno 1899

Troppo whisky – Surplus di 137milioni di galloni in UK (518 milioni di litri)
Se aveste aperto il NY Times del 12 Febbraio 1899, avreste letto questo titoletto allarmante sullo stato di salute dell’industria del whisky.

L’articolo punta il dito alla sovraproduzione causata dagli alti profitti generati negli anni precedenti (ricordiamo che una delle fortune del whisky è stata la crisi della filossera attorno al 1860 che distrusse gran parte dei vigneti europei mandando in crisi l’industria del cognac) e che hanno portato il numero delle distillerie nel Regno Unito a 184 (143 in Scozia). Nel numero dovrebbero essere incluse quelle irlandesi, avendo l’isola verde ottenuto l’indipendenza solo nel 1921.
L’articolo continua dicendo che le nuove distillerie hanno una grandissima produzione e che ha portato inevitabilmente a un accumulo nei magazzini.
Altre interessanti considerazioni riguardano l’introduzione dei grain whisky e in particolare dei corn whisky che hanno un costo alla produzione di 28/30 centesimi al gallone contro i 70 dei single malt e che quindi portano ad avere 1 gallone (3.78 litri) di blended per 1 dollaro.

La produzione annua nel 2009 e’ stata di 458 milioni di litri di alcool puro (probabilmente i dati del 1899 si riferiscono al prodotto finito) mentre gli stock nelle warehouse erano di circa 3 milioni di litri.
Facendo le dovute proporzioni a più di 100 anni di distanza, con 80 distillerie in meno e parlando solo di Scozia, ci troviamo davanti a una “crisi” abbastanza ampia.
Ma altre sappiamo ne arriveranno molto più vicine a noi…

Commenta qui o sul forum Singlemaltwhisky.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »