Milano Whisky Festival: cosi è se vi pare

Claudio che arringa la folla

Avevo promesso (minacciato) un report più approfondito sul MWF, eccoci, sempre per punti, così potete saltare facilmente le cose che vi annoiano.

Pubblico
Tanta gente (abbiamo fatto record di gettoni), curiosa e bramosa di informazioni. Ma anche tranquilla e rilassata. La continua e costante crescita fa ben sperare e il clima del festival mi piace molto. Merito dei MWF boys,  della formula adottata (misto di Pro, selezionatori, collezionisti, associazioni) ma anche degli espositori stessi (qui mi ripeto) e anche ovviamente del pubblico (come diceva Frassica a Indietro Tutto, “lo spettacolo lo fate voi”).

I Sigari
L’idea di portare Cigar Events è stata, credo, vincente e ha portato valore ad entrambi. Grazie ad Alessandro, Enrico e Christian per la presenza costante e la loro competenza. Prometto che un sigaro me lo fumo prima o poi.

Nostri imbottigliamenti
Per quel che riguarda la nostra offerta devo dire che ha avuto un discreto successo. Molto apprezzate tra le nostre selezioni, nell’ordine, il Caol Ila 26, il Miltonduff, Bowmore, Bunnhabhabain, Glemburgie e in generale commenti positivi su tutti. Tra i Douglas bene tutti e tre con predilezione, guarda caso, per il Caol Ila 9. Anche le informazioni che ci stanno richiedendo in questi giorni ci confermano che abbiamo lavorato abbastanza bene, anche con proposte non convenzionali/usuali (che piacevano a noi).

Prova pratica di malting floor

Quelli degli altri
Per il continuo flusso di pubblico ho potuto girare poco fra i tavoli, ogni tanto mi sono portato al naso qualche bicchiere ma posso esprimere pochi giudizi sommari. Ho apprezzato i Laphroaig W&M sherry cask e L’Ostrica (il 21 non mi ha convinto appieno, riproverollo). Il Glen Keith 40 di WA mi è sembrato favoloso. I Kilchoman speriamo si mantengano (anche il 5yo in anteprima mi è piaciuto, su quello in sherry sospendo il giudizio).

Menzione
Sempre geniali i pazzi di I Love Laphroaig, con il malting show, per l’anno prossimo abbiamo gia’ buttato giù una idea insieme, armatevi di estintore.

Rapporti col vicinato
Eravamo di spalle con il cioccolato Vanini e spero che sarà così anche l’anno prossimo per vari motivi:

  • Mi hanno insegnato un sacco di cose sul cioccolato colmando una mia ignoranza (sto facendo pratica a casa)
  • Sono simpatici, alla mano e disponibili (non guasta)
  • Sono curiosi e abbiamo fatto un po’ di esperimenti: il più interessante è stato quello di frantumare delle fave di cacao, mettere la granella (ricca di tannini) nel bicchiere  e vedere come cambiano le caratteristiche organolettiche del whisky: abbiamo provato con un Bowmore 11 (sentori marini, iodio, medicinale) e un Miltonduff 1989 in botti di sherry, quindi con sentori vinosi e al palato un po’ di tannini. Bene, le fave hanno assorbito i sentori marini e medicinali e hanno anche annullato la parte tannica del Miltonduff. Se vi viene da dire “chi se ne frega” non ve ne voglio, ma io mi diverto (anche) così.
  • Sono sicuro faremo altre cose con loro, la parte di abbinamento è affascinante e difficile.
Il forum
Bello vedere tanti amici del forum. C’e’ ancora tanto da fare ma ci proviamo.
John MacLellan
Un grande e basta. Gia’ solo perchè ha messo un commento sul mio blog
Grazie a
  • Chi parla bene di noi
  • Gli amici incontrati
  • I MWF boys (e girls)
  • Tutti quelli che sono passati da noi anche solo per scroccare un dram

Cose da migliorare
Siamo noti per essere dei polemici e brontoloni, finora abbiamo distribuito troppo zucchero

  • A casa nostra: maggiori informazioni cartacee soprattutto sui prodotti. Il nostro stand rimarrà comunque sempre così un po’ di basso profilo (rabberciato?)
  • Master Class/corsi: farei dei piccoli corsi sul whisky per neofiti gratuiti (mi offro anche per tenerli). Tipo un’oretta in cui si accenna a produzione e degustazione. So che a volte sono noiosi.
  • Guida al festival: è una buona idea ma andrebbe migliorato. Mettere la lista delle distillerie senza i riferimenti dove trovarle può creare confusione. So che è difficile scrivere tutto e che le cose cambiano anche all’ultimo momento (il nostro whisky olandese ad esempio…)

Se non siete d’accordo, volete aggiungere qualcosa o semplicamente siete d’accordo su tutto e ci amate, fate sapere. Appuntamento nel 2012, anche se noi saremo in giro di sicuro prima.

(Grazie a Igor e Claudio per le immagini)

11 pensieri riguardo “Milano Whisky Festival: cosi è se vi pare

  • 10 novembre 2011 in 14:28
    Permalink

    Un sentito grazie per questo nuovo post ( praticamente atteso dal giorno dopo il festival ) e per le piccole info che ho trovato su questa manifestazione alla quale mi sono già ripromessa di non mancare il prossimo anno.
    P.s. Stasera provo il Quarter Cask Laphroaig con i chicchi di caffè ricoperti di cioccolato di Claudio Corallo e poi ti dico com’è venuta: a me le contaminazioni piacciono da morire.

    Buon Lavoro!

  • 10 novembre 2011 in 17:04
    Permalink

    Ragazzi condividere con voi questa esperienza è stato fantastico! Ricambieremo al piu presto il gemellaggio e spero nella replica il prossimo anno!

  • 11 novembre 2011 in 00:29
    Permalink

    Il MWF senza la vostra presenza non sarebbe più lo stesso!
    Complimenti davvero.

  • 11 novembre 2011 in 07:42
    Permalink

    Grazie Riccardo, alla prossima degustazione in giro per l’Italia.

  • 11 novembre 2011 in 12:25
    Permalink

    Sono d’accordo col dire che l’evento è stato molto bello e suggestivo… Un piccolo appunto per quanto riguarda il prezzo di alcune degustazioni (10 gettoni è veramente troppo per i prodotti proposti (incluso l’Old Pulteney 21…). Concordo sulla guida e migliorerei la comunicazione:… quella pubblicità sul sito del WFMilano “…1 gettone per una degustazione di Single Malt…” è fuorviante al limite del falso…
    Ho provato molto calore umano intorno all’evento, questo mi basta per dire che sicuramente sarò presente anche l’anno prossimo.
    Slainte a tutti

  • 11 novembre 2011 in 13:07
    Permalink

    Ciao Andrea,
    accettiamo la critica dei 10 gettoni per OP21, ti posso solo assicurare che non ci abbiamo fatto praticamente margine, considerato anche lo sbattimento per trovarlo (e davamo dosi generose). Che poi non li valga e’ tutto un altro discorso e si va sul personale. Considerato che proponevamo prodotti, a mio avviso superiori, a prezzo inferiore lasciava almeno la possibilità di scelta.
    Sul gettone omaggio bastava forse fare un “buono” (e non un gettone uguale agli altri) per accedere almeno a una degustazione nei vari stand.
    Alla prossima

  • 15 novembre 2011 in 10:26
    Permalink

    Grazie x i complimenti, si lavora un anno intero e purtroppo il risultato lo vedi solo 363 giorni dopo. Come dice Davide il Festival lo fanno tutti, espositori e visitatori, qualche piccolo czzitone x Davide: la guida è stato un esperimento, si può dire che sia la cosa più inutile del mondo ma non che manchi l’indirizzo di ogni distilleria !!! X i famosi gettoni, l’esperimento buono (fatto nel 2008) fu un fallimento c’era gente che vagava con in mano il buono e pensava di poter bere quello che desiderava con il buono, insomma solo confusione !!!
    Ciao !

  • 15 novembre 2011 in 14:50
    Permalink

    Ciao Andrea/HP, solo critiche costruttive 🙂
    La guida non e’ inutile, anzi, ma e’ migliorabile
    Il gettone ha creato qualche problema, le persone si presentavano credendo di poter degustare qualsiasi prodotto, e ho avuto qualche imbarazzo quando dopo aver preso magari un whisky da 6 gettoni, mi presentavano il gettone omaggio.

  • 16 novembre 2011 in 11:32
    Permalink

    Va che non mi sono mica arrabbiato !!!!!
    Le critiche sono la cosa più utile, per migliorare migliorare migliorare !!!
    Sui gettoni/buono è una battaglia persa non si indovina mai, magari x divertirci un pò l’nno prox ne facciamo di due tipi differenti, ne mettiamo uno verde (da usare solo x i torbati!!!)
    Ciao bel fiulet !

  • 16 novembre 2011 in 15:58
    Permalink

    Ma lo so Andre che non ti sei arrabbiato, sai quante ne prendi peggio di queste.
    Quando hai i numeri ufficiali della manifestazione fai sapere!

  • 17 novembre 2011 in 16:46
    Permalink

    Eccoli !!!

    Circa 1500 Visitatori (+10%)(700 sab – 800 dom)
    Consumo gettoni +28%
    Bottiglie vendute +6% (riferimento di quelle passate dalla cassa centrale)

    Se il tempo fosse stato “meno scozzese” probabilmente avremmo avuto un ulteriore incremento, siamo soddisfatti, molto apprezzati l’angolo food e le birre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »