Benriach riapre il malting floor

Il pettegolezzo girava già da qualche tempo, ma il Malt Whisky Yearbook conferma che nel 2012 BenRiach riaprirà il malting floor, chiuso dal 1999.

Saranno così sette le distillerie dotate di questo metodo tradizionale di maltaggio, molto dispendioso da un punto di vista di risorse ma affascinante e che porterà sicuramente particolarità al prodotto. Quindi la distilleria dello Speyside si aggiunge a Balvenie, Springbank (unica autosufficiente), Highland Park, Bowmore, Laphroaig, Kilchoman. Visto il trend in controtendenza aspettiamo la prossima…

2 pensieri riguardo “Benriach riapre il malting floor

  • 3 dicembre 2011 in 11:29
    Permalink

    Ciao
    Sono veramente contento visto che adoro il malto di Benriach.
    Leggo spesso che la Springbank è classificata come l’unica distilleria che malta in loco tutto l’orzo per il loro fabbisogno (100%).
    Ma persone che hanno rapporti commerciali con loro mi hanno sempre riferito quanto segue :
    Per la Produzione del Longrow l’orzo è maltato in pèroprio.
    Per la produzione dello Springbank invece, tolta una piccola quantità, l’orzo viene acquistato già maltato.

    Un bel dilemma !!

  • 3 dicembre 2011 in 12:54
    Permalink

    E’ vero che spesso bisogna diffidare dei proclami delle distillerie. Spesso si sente dire “prodotto con l’acqua più pura di Scozia” o “solo con le migliori botti di sherry”. Anche io credo che non siano totalmente autosufficienti per tutti i brand che producono (hazelburn, Longrow, kilkerran) ma probabilmente solo per la quota “torbata” o per uno solo dei brand come dici tu. Provero’ a indagare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »