I premi di Whisky Advocate 2011

Whisky Advocate di John Ansell ha assegnato i suoi premi annunciando un vincitore al giorno delle varie categorie. Vediamole in sintesi e in ordine sparso da copia incolla, con qualche commento mio del tutto superfluo.

  • Distillery of the Year: Midleton/Irish Distillers. In onore della rinascita del whiskey irlandese grande protagonista del mercato e con qualche ritorno a prodotti “small batch” usando i cari e vecchi still.
  • Lowland – Campbeltown Single Malt of the Year: Springbank 18 year old (2nd Edition), 46%. Vuoi perché non c’e’ tanta concorrenza in zona, vuoi perché é davvero buono.
  • Highland Single Malt of the Year: Aberfeldy 14 year old Single Cask, 58.1%. Sorpresa, anche se il loro 21 non è male (penalizzato molto dai 40%). Questo mai provato.
  • Islay Single Malt of the Year: Bruichladdich 10 year old, 46%. Di Laddie abbiamo parlato tanto, niente da aggiungere.
  • Speyside Single Malt of the Year: Macallan Royal Wedding Limited Edition, 46.8. Bello rivedere il vecchio Mac tra i premiati dopo gli scempi dei fine oak. Speriamo in una rinascita.
  • Blended/Blended Malt Whisky of the Year: Compass Box Great King Street, 43%. Altra conferma per i ragazzi terribili di CB
  • New World Whisky of the Year: Amrut Two Continents (2nd Edition), 50%. Dovremo per forza riprovare questa distilleria che snobbiamo (dopo qualche assaggio delle prime edizioni) visto che miete premi ultimamente…
  • Japanese Whisky of the Year: Chichibu The First, 61.8%. Non sono riuscito a provarlo a Parigi mannaggia.
  • Irish Whiskey of the Year: Redbreast 12 Year Old Cask Strength, 57.7. La versione standard non è male e abbastanza ruffiana. Questa a gradazione piena dovrebbe essere interessante.
  • Canadian Whisky of the Year: Wiser’s Very Old/18 Year Old, 40%. Il mio snobismo e la mia visione limitata non mi hanno permesso di provarlo. Anche il Canada andrà esplorato meglio
  • American Whiskey of the Year: Elijah Craig Barrel No. 3735 20 year old bourbon, 45%. Obiettivo 2012/13 di provare più boubon
  • Artisan Whiskey of the Year (North America): Low Gap Whiskey 42.7%. Curiosità, si tratta di un white spirit distillato usando un alambicco Germain-Robin da cognac e grano duro bavarese.
  • Lifetime Achievement Award: Douglas Campbell di Tomatin Distillery e Dave Scheurich di Woodford Reserve. Si tratta in pratica di un premio alla carriera. Douglas Campbell è attivo dal 1961 a Tomatin, da quando aveva 15 anni, coprendo tutti i ruoli, da fattorino fino a diventare Distillery Manager nel 1990, Master Distiller nel 2009, ora fa il brand ambassador. Una storia veramente d’altri tempi. Dave Scheurich inizia in Seagram nel 1969, si occupa poi di produzione e packaging e approda a Brown Forman nel 1989 come facility manager. La sua più grande attività è comunque nel 1994 quando inizia la ristrutturazione di Labrot & Graham distillery che diventa Woodford Reserve.

Insomma tanti compiti per casa.

Un pensiero riguardo “I premi di Whisky Advocate 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »