Talisker Day: due parole di resoconto

Lunedì 14 si è svolta una serata interamente dedicata alla distilleria di Skye organizzata dal Milano Whisky Festival. Questa volta a guidare la serata, molto affollata come sempre accade per gli eventi di Giuseppe e Andrea, c’era Franco Gasparri, uomo Diageo e Master Ambassador di Talisker per l’Italia. Io c’ero, non ho fatto nemmeno una foto, non ho preso nemmeno un appunto ma provo a fare una sintesi.

Questi i dram degustati, con due note due che sono più impressioni (e lontani ricordi):

  •  New Make Spirit: interessante come sempre sentire il distillato bianco per capire il punto di partenza. La cosa molto interessante di questo è che la nota salata/sapida è già presente in maniera netta
  • 10yo: un superclassico con rapporto q/p molto buona. L’ho trovato un po’ scarico nel finale ma è un ottimo daily dram
  • 57° North: molto buono, oleoso, complesso con tutte le caratteristiche della distilleria (sapido, marino e leggermente torbato) ben in evidenza. 
  • 18yo: buono é buono, complesso ma troppo ingentilito e perde molte delle peculiarità di Talisker. La leggera affumicatura si perde quasi.
  • 25yo: un (quasi) perfetto mix di caratteristiche della distilleria e ricchezza di aromi e profumi
  • Distillery edition 2006: deludente, molto slegato negli aromi, dolcione e ruffiano. Io dico sempre che Talisker non sbaglia un colpo ma ogni tanto capita. 

Il pubblico ha sentenziato:  25, 18, 57 north, Distillery Edition, 10.  La mia classifica è 25, 57 north, 18, 10, Distillery Edition.

Come sempre la serata è stata conviviale e piacevole e, una volta conclusa la parte ufficiale, è stata altrettanto divertente e piacevole rimanere li a fare due chiacchere con i padroni di casa ma anche con Riccardo, Filippo, Matteo e altri frequentatori di queste serate. Alla prossima.

 

3 pensieri riguardo “Talisker Day: due parole di resoconto

  • 14 maggio 2012 in 16:04
    Permalink

    beato te che sei andato, noi eravamo lontani… mannaggia! soprattutto, ero curioso di assaggiare il new make.

  • 14 maggio 2012 in 16:14
    Permalink

    dove vi hanno mandato, al confino? Il new make effettivamente interessante per la nota sapida, dovuta immagino all’acqua…

  • 16 maggio 2012 in 22:11
    Permalink

    Avrei voluto partecipare, adoro Talisker. Speriamo che prima o poi capiti qualcosa del genere anche a Roma…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »