Diageo e United Spirits: quasi fatta

Come recita il buon Trap, non dire gatto se non ce l’hai nel sacco, ma pare che United Spirits sia oramai quasi certamente nelle mani di Diageo. L’acquisizione del 50% delle azioni dovrebbe costare a Diageo circa un miliardo di sterline.

Secondo le indiscrezioni Mallaya, a capo del gruppo, dovrebbe rimanere nel board ma ovviamente il controllo delle operazioni e della parte finanziaria dovrebbe finire sotto controllo inglese. La vendita di un pezzo del grande gruppo indiano con a capo Mallaya si è resa necessaria a causa dei problemi finanziari della compagnia aerea Kingfisher.

Prima che vi scappi un “chissenefrega”, anche se non vi interessa niente del mercato indiano (il primo al mondo per consumo di whisky, quasi tutto prodotto in patria) sappiate che US controlla Whyte & Mackay che ha in portafoglio single malt di tutto rispetto come Jura, Dalmore e un meno famoso Fettercairn. Ma soprattutto ci lavora quel fuoriclasse di Richard Paterson.

Un pensiero riguardo “Diageo e United Spirits: quasi fatta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »