Il blended col vento delle Shetland

Da tanti anni si parla di una distilleria alle Shetland, la Blackwood, tant’e’ che Highland Park credendoci tolse la dicitura “The northernmost Scotch Whisky Distillery in the World”. La cosa fallì, anche se trovate sul mercato un Blackwood gin, che i ben informati mi dicono prodotto da Inver House.

Adesso diciamo che qualcosa è successo, non si tratta di un single malt delle Shetland ma qualcosa che comunque transita dalle meravigliose e ventose isole, che, anche se non hanno la distilleria, vi consiglierei di visitare. Dicevamo non un single malt ma quello che è stato definito in etichetta  overwintered in Shetland. Si tratta infatti di un blended di tre malti, messi in botti francesi nuove e poi spedite a Unst, nel nord dell’arcipelago, per fare una veloce maturazione.

Il blended si chiamerà Muckle Flugga, dal nome di una piccola isola rocciosa a nord di Unst, il punto più a nord dell’arcipelago, dove c’e’ un faro della dinastia dei Stephenson, progenitori del famoso scrittore e che hanno disseminato la Scozia dei loro bellissimi fari. Chi è stato alle Shetland sa comunque che le condizioni sono abbastanza estreme, forti venti e mareggiate, quindi chissà cosa avranno portato al carattere di questo blended.

Potete comprarlo a Drinks Direct per circa 33 sterline, al momento risulta esaurito e ho letto qualche giudizio abbastanza buono sul risultato.

2 pensieri riguardo “Il blended col vento delle Shetland

  • 24 ottobre 2012 in 16:02
    Permalink

    overwintered in Shetland … ridicolo, ha senso sfruttare il nome di un’area geografica per una maturazione che con quell’area geografica ha poco a che fare … solo marketing ?

  • 25 ottobre 2012 in 07:43
    Permalink

    Claudio, perché i finishing non lo sono? 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »