Habemus Kingsbarns

A quanto pare il progetto della distilleria di Kingsbarns nelle lowlands verrà alla luce. La ricerca di investitori da parte di Doug Clement ha portato la famiglia Wemyss a coprire parte dei 3 milioni di sterline di investimento. Wemyss ha già un business come imbottigliatore di single malt/single cask con marchi, a me sconosciuti al naso e al palato (ho visto qualche bottiglia a scaffale), The Peat Chimney, The Spice King e The Hive, e del blended Lord Elcho.

Il governo scozzese ha dato un finanziamento di 670,000 sterline e i lavori inizieranno già nel 2013 e nel 2014 gli alambicchi già fumeranno. Il prodotto principale sarà un single malt “delicato”, principalmente maturato in botti ex-bourbon, ma non escludono qualche esperimento di torbatura. La capacità sarà di 150.000 litri anno, quindi si posizionerà nella fascia bassa tra le distillerie scozzesi, e parte della produzione andrà nel blending.

2 pensieri riguardo “Habemus Kingsbarns

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »