Piano per una nuova distilleria su Harris (Ebridi Esterne)

(da Wikipedia)

L’ondata di nuove distillerie sembra non fermarsi, anche grazie ai finanziamenti che arrivano dal governo scozzese. Dopo la recente conferma per Kingsbarns, le voci confermate su Lakes Distillery, che dovrebbe aprire nel  2013 in territorio inglese (Cumbria) grazie agli investimenti (2.5 milioni di sterline) raccolti da Paul Currie, fondatore di Isle of Arran, ora arriva conferma di una probabile distilleria su Harris, nelle Ebridi esterne, uno dei posti più remoti della Scozia.

L’inziatore dell’investimento è un tale Anderson Bakewell, 64-enne frequentatore della zona da diversi decenni,  di origine americane e musicologo in pensione. Nel team ci dovrebbero essere anche alcuni manager ex Diageo e Whyte & Mackay che dovrebbero aiutare ad attirare capitali e fornire anche competenze per la costruzione e la messa in opera. Non ci resta che aspettare, anche senza sapere come sarà il distillato, almeno queste zone potranno avere un po’ di lavoro e turismo per risollevare un po’ le casse locali. Dalle foto sembra un posto favoloso, e mi sovviene il luogo comune Venezia è bella ma non ci vivrei, però magari parlate per voi, non è detto non ci si stufi di certe cose si vedono un aree densamente popolate.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »