Feis Ile: un lungo giorno 0

20130525-085646.jpgParto da zero perché questa giornata avrebbe dovuto essere di ambientamento e di sistemazione sull’isola, senza eventi legati al whisky. In realtà essere su Islay e non prenderne contatto è come pensare di andare a Sassuolo e non imbattersi in una ceramica. Partiamo dalle 4.50, sveglia e direzione Glasgow via Amsterdam. Aereo in ritardo e coincidenza persa. “Ci spiace i prossimi voli sono tutti pieni, è venerdì”. Breve pausa “ma…abbiamo trovato una soluzione”. Risultato passo da Birmingham e arrivo giusto in tempo per farmi raccattare dal gruppo composto da Claudio, Giorgio e Marco. Ad attendermi anche la mia valigia.

20130525-085732.jpg

Ripartiamo con 19 gradi e una bellissima giornata di sole, pausa salmone a Loch Fyne, traghetto con birre, fish&chips e dram, arrivo a Port Askaig in tarda serata. A questo punto uno potrebbe pensare di andare in B&B almeno a posare i bagagli e a riposare le membra. E infatti l’abbiamo fatto. Prima però ci siamo fermati a Bowmore per un giretto. Poi al Loch Side Hotel per un dram e, lasciate le valige, visita notturna a Laphroaig, Ardbeg e Lagavulin, per annusare i vapori dello spirito e guardare una enorme luna piena che si specchiava in un mare piatto come una tavola. Sabato si riinizia da 1.

 

 

Un pensiero riguardo “Feis Ile: un lungo giorno 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »