Feis Ile giorno 4: Laphroaig open day

20130529-081724.jpg

Poche centinaia di metri ci separano da Laphroaig, il sacro fuoco del whisky colpisce e andiamo a Bowmore per portar via qualche bottiglia del 16 anni cask strenght in sherry che è possibile imbottigliarsi da soli; ho resistito ma nei prossimi giorni cedo di sicuro. Siamo carichi di bottiglie e non sappiamo ancora come spedire visto che la Royal Mail non esporta più alcolici, considerata merce pericolosa al pari della cannabis, e in valigia, per disposizione aereoportuale, si possono portare massimo 5 litri. La famosa libera circolazione delle merci, commerciassimo armi penso sarebbe più semplice. Ce la facciamo passare, al massimo ce le berremo a canna di fronte al check-in come gesto di protesta. Rotta su Laphroaig con una giornata magnifica di sole e una luce tersa stupenda. Gente a prendere il sole come a Woodstock. Sugli eventi non ne azzeccano una, oggi musica e cibo all’interno. Domenica, probilmente unico giorno piovoso della settimana, tutto all’aperto. Geniale. Pazienza. 20130529-082006.jpgQualche dram di un ottimo batch 5 cask strenght, saluti alle facce che oramai conosciamo bene e in tardo pomeriggio una bellissima masterclass nella warehouse 1 (per intenderci quella con scritto Laphroaig che si vede dal mare) con la bravissima Vicky, provando in fila i 5 batch a gradazione piena: mie preferenze 1, 5, 3, 4 e 2 nettamente staccato, troppo dolce. Ma la cosa bella è stato muoversi nella warehouse tra i vari piani organizzati a dunnage fino al sottotetto, caldissimo come una acetaia e per ora vuoto. Un tour molto suggestivo e mai fatto prima con “turisti”, la stessa Vicky ha detto di aver visto il sottotetto lo scorso venerdì. Lavora lì da cinque anni.
20130529-082327.jpg20130529-082030.jpg20130529-082311.jpgAlcuni rumors e anticipazioni, in fondo anche se vi rode sono inviato sul campo: esiste, e qualcuno oggi nella classe “old&rare” lo ha assaggiato, un quasi dieci anni distillato solo con malto creato in loco e distillato con i soli 6 alambicchi (il settimo è posticcio ed è un wash usato come spirit) per riprodurre un vecchio stile, anche se non si usavano bourbon cask; tutte queste botti sono nella warehouse 1. Non si sa se arriva al 2015 per il bicentenario da quanto sembra promettere.
Come anticipato sempre per il 2015 si vocifera di un ritorno del 15 e un 35 anni single sherry cask.
Del seguito non vi interessa nulla ma ce la siam passata bene, con un tramonto mozzafiato con tanto di arcobaleno. Non ricordo perché vi ho parlato di spedizioni.

20130529-082052.jpg20130529-082349.jpg20130529-082114.jpg20130529-082137.jpg20130529-082228.jpg

3 pensieri riguardo “Feis Ile giorno 4: Laphroaig open day

  • 29 maggio 2013 in 09:16
    Permalink

    Come solito hai fatto una descrizione chiarissima,sia sul …vostro divertimento(mi fa piacere) che su quanto la Laphroaig ha come programma futuro, come pure per le “scorte”
    Luoghi mai visti prima, era ora.
    Io non sono invidioso…..però.

  • 29 maggio 2013 in 13:43
    Permalink

    Osservo che ogni giorno che passa le cronache di Davide assumono sempre di più toni lirici e spirituali (iii)….

  • Pingback: FEIS ILE 2013 PER IMMAGINI | ANGEL'S SHARE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »