Diageo-United Spirits: a che punto siamo

diageologoIn attesa di mettere il cappello sull’esperienza di Islay, vediamo a che punto è il processo che porterà Diageo a controllare il colosso indiano United Spirits.

Diageo ha sganciato il primo acconto di 300 milioni di misere sterline e Gilbert Ghostine, il capo di Diageo nell’area Asia-Pacific, dovrebbe entrare nel consiglio di amminsitrazione di US già da subito. L’investimento totale dovrebbe essere circa un miliardo di sterline, se pensate sia un azzardo, sappiate che il mercato indiano degli alcolici è stimato in circa 6 miliardi l’anno con una crescita del 15% annuo. Ora per finire l’acquisizione del 27%, primo passo per arrivare al controllo, manca solo un passo di ratifica e di saldo. Chissà che ne sarà delle nostre distillerie.

2 pensieri riguardo “Diageo-United Spirits: a che punto siamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »