La scomparsa dello scrittore Iain Banks

da Wikipedia
da Wikipedia

Ammetto da ignorante di non aver letto, so non pochi passi, nulla di Iain Banks, nemmeno la sua opera dedicata al whisky “Raw Spirit: in search of perfect dram“, inserito nella mia lunghissima coda di lettura e non ancora preso in mano. Ammetto anche che, come purtroppo accade, di essermi interessato delle sue opere e del suo pensiero in modo più ampio solo negli ultimi due giorni, quando ho saputo della morte, a soli 59 anni.

Ovviamente i lettori di fantascienza e non, che sono tanti  (immagino Andrea qualcosa possa dire ma pure Pino..), visto che lui scrive pure, avranno una opinione più completa. Quello che emerge comunque è un personaggio controcorrente e contro i conflitti, prima contro la Thatcher, poi contro Blair e Bush.

Sperando di colmare presto qualche lacuna in materia, nel frattempo sposo in pieno una sua affermazione

After doing extensive research, I can definitely tell you that single malt whiskies are good to drink

Un pensiero riguardo “La scomparsa dello scrittore Iain Banks

  • 13 giugno 2013 in 09:23
    Permalink

    Mi associo al commento dell’articolo: Such sad news
    Qualche anno fa mi ero interessato a lui proprio dopo aver sfogliato “Raw Spirit” in un B&B e il suo micidiale esordio “The Wasp Factory” è uno dei pochi libri che ho affrontato in inglese.
    Scozzese bello tosto, da quello che ho letto la sua ultima fatica sarerbbe una ottima occasione per conoscerlo
    (se non spaventano oltre 300 pagine in lingua orginale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »