Altro cambio di proprietà: tocca a Loch Lomond Distillery Company

lochlomondDopo anni dove le vendite delle distillerie erano molto rare, ultimamente e da quando, per dirla alla Carcarlo Pravettoni, il business si impenna, tocca occuparsene spesso. Notizia di questa mattina il passaggio della Loch Lomond Distillery a un investitore finanziario, la Exponent Private Equity. Il passaggio prevede che, oltre l’omonima distilleria, assai poco apprezzata da noi appassionati, siano inclusi altri asset del gruppo tra cui Glen Scotia e la Glen Catrine Bonded Warehouse at Mauchline.  I brand inclusi nel passaggio sono, oltre ai single malt sopracitati  anche il blended High Commissioner e la Glen’s Vodka. Ricordo che Loch Lomond ha al suo interno anche una distilleria grain, unico caso in Scozia.

La Exponent ha investito in diversi settori e ovviamente ha messo gli occhi su un settore in crescita. Loch Lomond Group è guidata da Colin Matthews, precedentemente nel settore tabacchi e as CEO. Il comando dovrebbe passare a Nick Rose, ex direttore finanziario di Diageo. Al momento non conosco i dettagli finanziari dell’operazione, ma di sicuro non credo che ai nuovi finanziatori interessino tempi di fermentazione, botti utilizzate e caratteristiche del new make.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »