Dalle ceneri di Imperial, eccovi Dalmunach

dalmunachLa Chivas Brothers (Pernod-Ricard) rimane fortemente legata allo Speyside inaugurando una nuova distilleria, la sua quattordicesima, Dalmunach, dal nome del bacino naturale sulle rive del fiume Spey dove la distillaria è situata. La distilleria dispone di 8 alambicchi che replicano le forme di quelli di Imperial (wash a forma di tulipano, spirit a cipolla), che sorgeva nel medesimo sito ed è stata demolita (o quasi) nel 2012. La produzione, che inizierà a breve, è di circa 10 milioni di litri all’anno e la posiziona tra le più grandi in attività. Ovviamente il nuovo sito è conseguenza della forte domanda di scotch whisky che a molti di voi è ben nota. La distilleria ha alcune particolarità: la prima è che gli 8 alambicchi anziché disposti in fila sono installati in cerchio; la seconda è che parte dei resti di Imperial sono stati incorporati all’interno lasciando di fatto una testimonianza del passato. Avanti con la prossima

2 pensieri riguardo “Dalle ceneri di Imperial, eccovi Dalmunach

  • 15 ottobre 2014 in 16:02
    Permalink

    Quando pensi che uscirà il primo single malt? Per i miei sessant’anni?

  • 15 ottobre 2014 in 16:56
    Permalink

    Dipende da quanto blended devono fare. In ogni caso per i sessantanni tarocco l’etichetta: ImPerrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »