Novità degli ultimi mesi (in mostruoso ritardo)

silversealIn questi mesi sono rimasto molto indietro sui nuovi Scotch Whisky usciti sul mercato. Cerco di recuperare, ben sapendo che alcuni di quelli riportati sono delle novità come lo sbarco sulla Luna.

Tra i selezionatori e gli imbottigliatori di casa nostra alcune novità di rilievo. Silver Seal arriva con una serie “Whisky is Nature” con le solite coloratissime etichette. Nella foto potete vedere gli otto imbottigliamenti di altissima gamma con maturazioni a partire da 20 anni.

Hidden Spirits ha presentato la gamma della prima parte dell’anno, un Laphroaig 14 e un Longmorn 11 con un nuovo packaging originale e l’utilizzo di una sigla per identificarli. Sul sito maggiori informazioni.

WhiskyClub Italia esce con un Fettercairn 17 e un Glenburgie 19, trovate le caratteristiche rispettivamente qui e qui.

GlenDronach, cavalcando l’onda della sua crescente popolarità, esce con due nuovi imbottigliamenti:

  • GlenDronach 18YO Marsala Finish: maturazione in botti di Sherry e successivamente finish di due anni in hogshead ex Marsala. Non filtrato a freddo e senza coloranti. Imbottigliato a 46%. Edizione limitata di 2.112 bottiglie.
  • GlenDronach Cask Strength Batch 4:  assemblaggi di botti di Sherry Pedro Ximenez e Oloroso di diversi invecchiamenti e selezionati personalmente da Billy Walker. Tiratura di 17.806 bottiglie a 54,7%

Due novità anche in casa Tomatin:

  • Tomatin Cask Strength batch 1, assemblaggio di botti ex Bourbon ed ex Sherry Oloroso è imbottigliato a gradazione piena a 57,4%, ovviamente senza coloranti e senza filtrazione a freddo. I batch saranno di 15.000 bottiglie a rilascio annuale.
  • Cù Bòcan Virgin Oak Cask, il Tomatin con una leggera torbatura a 15 ppm, esce in versione virgin oak, quindi in barili nuovi. Esce a 46%, non filtrato e non colorato, edizione limitata 6.000 bottiglie.

Anche Kilchoman fa doppietta con i rilaschi annuali dei suoi imbottigliamenti “di linea”:

  • Kilchoman Loch Gorm 2015: assemblaggio di fresh Sherry Oloroso butts e hogsheads distillati nel 2009 e 2010. Imbottigliato a 46% e senza filtratura o colorazione artificiale,
  • Kilchoman Machir Bay 2015: si tratta di un 6YO  invecchiato esclusivamente in first fill ex bourbon casks e poi viene fatto in finish di sei mesi con con  botti ex Oloroso.

DGlenfarclas infittisce il core range inserendo un 12 anni a 43%.

Douglas Laing lancia un Blended Malt chiamato Rock Oyster. Si tratta di un blend delle distillerie isolane di  Islay, Jura, Arran e Orcadi, non filtrato e non colorato, imbottigliato a 46.8 % vol.

arran18yo_bottletube_lPer Arran traguardo molto importante, la messa in commercio di un 18YO (alcuni indipendenti avendo comprato i primi stock della distilleria avevano già festeggiato la maggiore età della distilleria). Si tratta di una maturazione intera in Sherry Hogsheads e viene imbottigliato a 46% senza filtratura a freddo e senza colorazione. Saranno disponibili sole 9.000 bottiglie.

Per finire, in casa Burn Stewart, altri due whisky maggiorenni:

  • Deanston 18 Year Old (46.3%), un doppia maturazione, prima in hogshead e poi un finish in first fill bourbon cask. Interamente maturato nelle splendide e particolari warehouse della distilleria.d.
  • Ledaig 18 Year Old (46.3%) e uno dei primi distillati da Ian MacMillan usciti da Tobermory Distillery dopo la riapertura del 1996.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »