Puni: arriva il primo single malt italiano

Il 30 e 31 Ottobre avverrà il lancio ufficiale del primo “Single Malt” italiano, prodotto da Puni.

puni
Puni sotto la neve (gentile concessione Gianmario Pagani)

 Sgombriamo il campo da possibili equivoci. La denominazione di Italian Single Malt non deve farvi pensare a un “disciplinare” identico a quello Scozzese. Si tratta si di whisky di una sola distilleria, distillato con alambicco tradizionale (tra l’altro costruito in Scozia e riscaldato ad acqua e non a vapore), maturato almeno 3 anni e anche di malto, ma non solo malto d’orzo, ma anche di frumento e disegale, sfruttando un ingrediente locale. I whisky “italiani”  che sono usciti in passato avevano caratteristiche completamente diverse.

Saranno disponibili per l’occasione due edizioni limitate (977 bottiglie ciascuna)  che possono essere già prenotate. Il prezzo, per quanto si possa pensare alto per un tre anni, è in linea con le “prime release” di altre neonate distillerie. Puni Nova uscirà a  una gradazione di  54% vol, ovviamente non colorate e non filtrate a freddo,è un assemblaggio di botti di quercia americana ed europea. Puni Alba ha la stessa gradazione del 54% ed è un misto di botti ex Marsale ed ex Islay Whisky. Saranno anche disponibili a breve il batch#2 (a circa metà del prezzo).

La festa che si svolgerà in distilleria il 29 e 30 Ottobre dalle 12.00 alle 18.00 è aperta a tutti, ci saranno degustazioni guidate, immagini della fase di costruzione e dei primi anni di produzione e ai partecipanti sarà donato un piccolo ricordo della giornata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »