A Natale regalate(vi) libri (sul whisky)

Visto che siete con la lingua fuori per l’affanno, in ritardo cane, con pochi soldi e non sapete cosa regalare e farvi regalare, segnalo due iniziative editoriali che vanno bene sia per voi irriducibili del whisky ma anche nel caso vogliate contagiare vostri amici, familiari (anche se è meglio non tirarsi troppi bevitori in casa) e conoscenti.

Corrado, un appassionato che si è messo avanti col lavoro.
Corrado, un appassionato che si è messo avanti col lavoro.

La prima, Iconic Whisky è frutto del lavoro di due ottimi professionisti e appassionati che avevo avuto modo di conoscere durante l’esperienza cinese. Cyrille Mald e Alexandre Vingtier ci guidano in un approfondito metodo di degustazione che prende il loro nome e che si basa su una ruota degli aromi molto più estesa e completa di quella che forse avete visto diverse volte in altri libri.

Come ho avuto modo di leggere in diverse recensioni (e anche nella prefazione) concordo sul fatto che la parte relativa alle botti sia una delle più chiare e complete mai lette. Dopo la parte introduttiva e teorica gli autori ci guidano  in un lavoro titanico di 1.000 schede di degustazione di whisky di tutto il mondo (e difatti la copertina recita “I 1000 whisky migliori del mondo”).  Nella parte finale ci sono itinerari, abbinamenti, le bottiglie da leggenda e gli eventi. Dicevamo della prefazione dell’edizione italiana, curata da personaggi di spessore, Pino Perrone e Max Righi, che hanno anche ospitato nel loro Whisky&Co la presentazione del libro.

La seconda, Degustare il Whisky, mi riguarda direttamente, quindi non mi dilungherò e cercherò di essere più asettico possibile. Il libro di Lew Bryson, tra le altre cose redattore di Malt Advocate, è curato da WhiskyClub Italia e sono stato coinvolto piuttosto massivamente nella traduzione assieme a Claudio. Cosa mi piace di questo libro? Sicuramente l’approccio informale, senza preconcetti e senza dogmi. In più una parte molto bella sugli Stati Uniti, sia sulle distillerie grandi che sul fenomeno delle “micro”. Per ultimo il fatto che non ci si preoccupi molto di parlare dei prodotti, se non in funzione didattica o per parlare delle persone che “li fanno”. Abbiamo anche aggiunto una piccola sezione relativa all’Italia dove abbiamo voluto dare enfasi alla nostra grande tradizione, molto sconosciuta ai più. Trovate già alcune recensioni di Francesco, ThomasGiorgio e di Barfly.

In conclusione mi viene da dire che si tratta di due libri complementari, molto diversi tra di loro, due modi di approcciare . Se vi trovate davanti a un bivio, imboccatelo.

Iconic whisky. Single malts & more
di Cyrille Mald, Alexandre Vingtier
Copertina flessibile: 432 pagine
Editore: L’Ippocampo (24 novembre 2015)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8867221744
ISBN-13: 978-8867221745

 

Degustare il whisky. La guida completa ai piaceri unici dei migliori whisky al mondo
di Lew Bryson
Copertina flessibile: 272 pagine
Editore: Edizioni LSWR; 1 edizione (21 novembre 2015)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8868952130
ISBN-13: 978-8868952136

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »