Il Travel Retail “Tira”

Le vendite di vini e distillati nei negozi travel retail (aereoporti principalmente) sono arrivati a oltre 29 milioni di casse nel 2012, con un aumento del 4% (col vino che ha contribuito per il solo 1%). La vendita invece di distillati ha avuto un aumento del 5.2% a 21.4 milioni di casse e in particolare la domanda di whisky scozzese è aumentata del 7% mentre whiskey americano e canadese +9%, Irish +8%, altri +5%. E la cosa in controtendenza è che anche in Europa questo mercato cresce. La prima considerazione è che in molti “Duty Free” i prezzi dei prodotti rintracciabili in altri canali sono più alti (se si viaggia all’interno della EU) e bisogna fare attenzione. La seconda, più legata alla notizia, è che la strategia di piazzare molti prodotti esclusivi per gli aereoporti per noi babbei appassionati, spesso a prezzi spropositati, sta dando i suoi frutti. Andrea, dai scatenati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »