A Diageo non serve Beam (?)

diageologoOrmai la vorace Diageo dà adito a ogni genere di supposizione quando si sparge la voce che un’azienda di spirit è in vendita. Quindi ovviamente con Beam la cosa poteva avere un fondamento, vista la complementarietà del portafoglio soprattutto sul mercato americano. Il CEO di Diageo Ivan Menezes ha detto chiaramente l’altro giorno, a margine di una riunione con gli investitori, “We don’t need to buy Beam”. L’affermazione è basata principalmente sul fatto che Diageo ha già il 23% del mercato in nord America con Bulleit Bourbon, Crown Royal (Canadian Whisky), George Dickel e 7 Crown. Diageo ha in piano anche di lanciare due marchi sul mercato “premium” chiamati Orphan Barrel e Blade & Bow. Orphan Barrel sarà venduto in small batch a un prezzo tra 75 e 125 dollari e dovrebbe arrivare nei primi mesi del 2014. Tenendo presente l’espansione del mercato e le quote del mercato americano, non credo che a Diageo basti averne solo un quarto. Quindi questa affermazione ovviamente non vuol dire che la cosa non interessi o non si faccia, sapete bene che le smentite in questi campi sono spesso tattiche e che due smentite fanno una conferma.

3 pensieri riguardo “A Diageo non serve Beam (?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »